ARGENTINA MAGICA *** già effettuata***

ARGENTINA MAGICA *** già effettuata***

Dal 25 gennaio all’ 8 febbraio 2017

27 gennaio: Ritrovo in aeroporto a Milano Malpensa e partenza per Buenos Aires.
La città di Buenos Aires è la capitale della Repubblica Argentina. È situata nella conosciuta pianura della Pampa, sulle rive del Rio de la Plata. La sua latitudine si trova a 34 º 28’ Sud e la sua longitudine a 58 º 22’ Ovest. Possiede 3 milioni di abitanti ed ha una superficie di 203 km². Gran parte della sua popolazione è formata dai discendenti di immigrati europei che arrivarono in città a partire dal 1880. Questa influenza migratoria la trasforma in una città cosmopolita, culla del tango, con una variegata offerta gastronomica e un’affascinante architettura europea. Buenos Aires offre una vita culturale molto varia, grazie ai suoi musei, teatri, monumenti, librerie, spettacoli e attività sportive. Ci sono zone della città che ricordano Parigi, alcuni giardini richiamano lo stile inglese vittoriano e a sud i cortili coloniali evocano l‘antica Lima. Nonostante abbracci molti stili diversi, Buenos Aires ha una personalità propria che rapisce totalmente i visitatori appena arrivati. Potrete trovare oggetti e vestiti molto eleganti e durante le notti ristoranti e club notturni dove potrete rimanere svegli fino alle prime ore del mattino. I negozi ed i centri commerciali sono aperti da lunedì a venerdì dalle 10 alle 20; il sabato generalmente dalle 10 alle 13. Potrete trovare alcuni negozi aperti la domenica nella via pedonale Florida, a partire dalle 10, ed il centro commerciale Galerias Pacifico aperto dalle 12 alle 21. Le banche aprono dalle 10 alle 15 e le case di cambio dalle 10 alle 18. Buenos Aires possiede due aeroporti. L’Aeroporto Internazionale di Ezeiza, situato a circa 35 km dalla città, e l’aeroporto domestico Jorge Newbery, conosciuto anche come Aeroparque, che si trova situato dentro la città di Buenos Aires, a circa 20 minuti dall’Obelisco, a seconda del traffico. Quest’ultimo riceve qualche volo dai paesi limitrofi. La città è collegata via aerea con tutte le destinazioni più importanti del paese, tra le quali Bariloche, Iguazú, Calafate, Ushuaia, Salta, Mendoza, Puerto Madryn e Córdoba.

IL CLIMA DEL LUOGO E COSA PORTARE IN VALIGIA
Le temperature a Buenos Aires variano a seconda dell’epoca dell’anno. L’umidità è molto alta. Durante i mesi estivi (dicembre a marzo) la temperatura media è di 31°C. In questi mesi è conveniente portare abiti molto leggeri come magliette, camice, shorts, gonne, berretti e costumi da bagno. Durante l’inverno (giugno a settembre) la temperatura media è di 7°C. Per questi mesi l’ideale è portare vestiti pesanti: pantaloni, camicie, maglioni, giacca, sciarpa e guanti. Se assisterete a qualche spettacolo di tango consigliamo di portare qualche indumento più formale ed elegante. I mesi rimanenti, sia d’autunno che di primavera, hanno temperature medie di circa 18°C.

27 Gen 2017 Trasferimento Aeroporto Internazionale di Ezeiza / Hotel Centrale (40 km) Servizio privato con Guida parlante in italiano
Ricevimento ed assistenza da parte della guida in un punto di ritrovo nell’Aeroporto Internazionale di Ezeiza con un cartello di identificazione. Trasferimento all’hotel. Pernottamento.
28 Gen 2017 Visita della città Servizio privato con Guida parlante in italiano – Mezza giornata (3 ore.) Buenos Aires è una città cosmopolita che mostra ad ogni passo l’influenza delle numerose correnti migratorie che l’hanno formata. La visita inizia dal luogo della seconda e definitiva fondazione della città nel 1581: quella che veniva chiamata la Plaza de Armas, oggi conosciuta come la Plaza de Mayo, centro storico, politico e culturale della città. La Piramide de Mayo, che si erge nel centro della piazza, è stato il primo Monumento Storico Nazionale inaugurato nel 1811. Intorno si possono ammirare la Casa Rosada, attuale sede del Potere Esecutivo Nazionale, il Cabildo, primo Municipio della città datato 1754 e che ancora oggi conserva le sue caratteristiche coloniali, e la Catedral Metropolitana. Dalla Piazza si inizia il percorso lungo la Avenida de Mayo, una delle zone urbanistiche più interessanti della città con i suoi edifici in vari stili. Vi sono ampie vie e spazi verdi come per addolcire il ritmo di questa vertiginosa città. Un buon esempio è la Avenida 9 de Julio, con le sue otto carreggiate separate da piazze con vecchi alberi ed abbellite con sculture e fontane, e dalla quale si può osservare un simbolo della città: l’Obelisco. Il percorso continua per il quartiere di San Telmo, uno dei più antichi della città, abitato fino alla fine del secolo XIX da famiglie aristocratiche. Il quartiere, nel quale ogni domenica si concentra un mercato di antiquariato intorno a Plaza Dorrego, conserva intatto gran parte del suo patrimonio architettonico. Questa zona vive anche di notte in quanto vi si trovano varie “tanguerias”, ristoranti e bar. Dirigendosi a sud si arriva nel pittoresco e colorato quartiere portuario di La Boca, con la sua famosa strada Caminito, le cui particolari caratteristiche edilizie e costumi riflettono l’inlfluenza dei cittadini europei che arrivarono alle sue coste verso fine del secolo XIX e lasciarono la loro impronta non soltanto nell’archittetura caratterizzata dalle case di lamiere multicolori ancora oggi abitate, ma anche nella cucina delle tipiche “cantinas”. Poi si entra nel moderno quartiere di Puerto Madero, con i suoi antichi depositi portuari trasformati oggi in uffici, abitazioni, luoghi d’intrattenimento ed eleganti ristoranti con vista sul Rio de la Plata, e nel quartiere residenziale di Palermo, con le sue eleganti dimore circondate da spazi verdi, per arrivare infine alla Recoleta. Accanto al cimitero si trovano la chiesa di Nuestra Señora del Pilar, l’antico convento oggi diventato il Centro Culturale Recoleta, il centro commerciale Buenos Aires Design ed il centro di esposizioni Palais de Glace. Finito il percorso si rientra in hotel.

29 Gen 2017 Trasferimento Hotel Centrale / Aeroporto Locale (15 km) Servizio privato con Guida parlante in italiano
Trasferimento dall’hotel all’Aeroparque Jorge Newbery. La guida vi accompagnerà fino alla zona della vostra compagnia.

Arrivando ad Ushuaia, vi troverete nel punto più australe del nostro paese e del nostro continente, a circa 3.000 km dalla città di Buenos Aires, a 54º 48’ latitudine Sud e 68 º 19’ longitudine Ovest. Possiede una popolazione di 70 mila abitanti. Ushuaia si trova nella provincia di Tierra del Fuego ed è la porta di entrata all’Antartide. È il luogo dove la cordigliera delle Ande finalmente riposa in mare, e questo offre un paesaggio unico. Nel Parco Nazionale Tierra del Fuego si trova la Bahia Lapataia, il punto estremo sud dove finisce la Ruta Nacional Nº 3, a 3.079 km da Buenos Aires ed a 17.848 km dall’Alaska. Se disponete di tempo sufficiente, non potete perdervi il Museo Marittimo ed il Presidio di Ushuaia. Troverete banche e sportelli automatici.
IL CLIMA DEL LUOGO E COSA PORTARE IN VALIGIA Durante i mesi invernali, da giugno a settembre, le giornate sono fredde. Le temperature oscillano tra i -5°C e 4°C. Le precipitazioni nevose permettono la pratica di sport invernali come lo sci, snowboard e pattinaggio su ghiaccio. In questi mesi i giorni sono più corti dato che il sole si alza alle 10 del mattino e tramonta alle 17. Durante l’estate, le giornate sono lunghe. Il sole nasce alle 4 del mattino e tramonta alle 22. Si consiglia di portare abiti pesanti, sia per i mesi invernali come estivi: giacca impermeabile, scarpe comode e occhiali da sole.

30 gennaio 2017: Trasferimento Aeroporto / Hotel Servizio privato con Guida parlante in italiano
Ricevimento ed assistenza da parte della guida in un punto di ritrovo nell’Aeroporto con un cartello di identificazione. Trasferimento all’hotel. Pernottamento.

31 gennaio 2017: Escursione al Parco Nazionale de Terra del Fuoco e Bahía Lapataia Servizio privato con Guida parlante in italiano – Mezza giornata (4 ore 50 Km)
Partenza dall’hotel in direzione ovest verso il Parco Nazionale Terra del Fuoco, l’unico nel Paese con la costa sul mare, situato a dodici km dalla città di Ushuaia. Qui si può godere di una passeggiata con tante viste panoramiche del Canale di Beagle, incorniciate dal bellissimo paesaggio creato dalle falde della Cordigliera delle Ande, prima di sommergersi nell’oceano, e dal bosco andino-patagonico, formato da diverse specie di alberi – lengas, ciliegi, faggi, notros, ed altri ancora- e da diversi fiori come orchidee, violette e senecioni. Un percorso tra torba e dighe di castori conduce al Rio Lapataia ed alla Laguna Verde. Da qui si continua lungo la tratta finale della Ruta Nacional N°3 che finisce nella Bahia Lapataia. In questo luogo, i primitivi abitanti della zona hanno lasciato la loro testimonianza nei “concheros”, incredibili giacimienti archeologici che regalano interessanti informazioni sui loro antichi costumi. Da qui inizia il rientro a Ushuaia, facendo una sosta lungo la strada per ammirare il Lago Roca, caratterizzato dal colore delle sue acque, che varia a seconda del tempo. Ingresso incluso. Pranzo libero.
Nel pomeriggio, Navigazione per il Canal de Beagle – Isla de los pájaros e Lobos marinos
Servizio collettivo con Guida in lingua inglese / spagnolo – Mezza giornata (2:30 ore)
Partenza dall’hotel verso il molo turistico di Ushuaia, dove ci si imbarca su un catamarano per dirigerci verso l’Isla de los Lobos e l’Isla de los Pajaros, sulle acque del Canale di Beagle. Il percorso inizia navigando per la Bahia di Ushuaia da dove si ammira una vista splendida della città circondata dalle montagne. Alla fine della baia si attraversa il Paso Chico che indica l’inizio del mitico Canale di Beagle. Si costeggia il lato nord di questo canale, passando per l’Arcipelago Bridges, fino ad arrivare all’ Isla de los Pájaros, dove si possono ammirare le diverse specie di uccelli marini che abitano questa zona, come cormorani, albatross, anitre e gabbiani, tra i tanti. Più avanti si arriva all’Isla de los Lobos, dove risiede una colonia di leoni marini. Si tratta di un’occasione unica per ammirare nello stesso momento due tipi di leoni marini, e capire le loro differenze. Si arriva infine al Faro de Les Eclaireurs. Da qui inizia il rientro verso la città, e dopo lo sbarco si rientra in hotel.

01 febbraio 2017: Trasferimento Hotel / Aeroporto Servizio privato con Guida parlante in italiano
Trasferimento dall’hotel all’aeroporto. La guida vi accompagnerà fino alla zona della vostra compagnia.

El Calafate si trova nella provincia di Santa Cruz, nella regione della Patagonia Argentina, a 2750 km da Buenos Aires. Si trova a 50º 20’ latitudine Sud e 72º 27’ longitudine Ovest. La sua latitudine equivale alla città di Londra nell’emisfero nord. Ha
una popolazione di 22 mila abitanti. È la città più vicina per visitare il Parco Nazionale Los Glaciares, dal quale la separano 80 chilometri. Qui si trova la sua attrazione più famosa, il ghiacciaio Perito Moreno, dichiarato Patrimonio Nazionale dell’Umanità dall’UNESCO, e altri 46 ghiacciai. Gli orari dei negozi variano a seconda della stagione, ma la maggior parte si trovano aperti dalle 10 alle 22. Generalmente alcuni negozi chiudono tra le 13 e le 16. Le banche aprono dalle 10 alle 13. Vi sono anche sportelli automatici e i negozi sono soliti accettare dollari. Come casa di cambio a Calafate funziona solo il Banco Nación dalle 17:00 alle 20:00. I ristoranti aprono a mezzogiorno e la sera. Durante la stagione invernale vari chiudono alcuni mesi. Generalmente accettano carte di credito. Per il pagamento di escursioni alcune agenzie accettano carte di credito, ma altre no. Le entrate al parco si pagano in contanti. Calafate è collegato via aerea con Buenos Aires, Córdoba, Trelew, Bariloche e Ushuaia, ed allo stesso tempo permette di arrivare via terra alle Torri del Paine in Cile.
IL CLIMA DEL LUOGO E COSA PORTARE IN VALIGIA Il clima è secco. Durante i mesi estivi, da dicembre a marzo, la temperatura media è di 19°C e imbrunisce alle 23. In quest’epoca dell’anno l’escursione termica è più grande, quindi è consigliabile portare vestiti freschi per il giorno e più pesanti per la notte e le escursioni ai ghiacciai. In inverno, da giugno a settembre, la media è di -2°C e le giornate sono molto corte, con soltanto 8 ore di luce. Si consiglia di vestirsi a strati: maglietta termica, felpa, giacca impermeabile e buone scarpe, comode per camminare, preferibilmente scarponcini o scarpe da trekking. Portare guanti, occhiali da sole e protettore solare.

02 febbraio 2017: Trasferimento Aeroporto – Hotel (22 km) Servizio privato con Guida parlante in italiano
Ricevimento ed assistenza da parte della guida in un punto di ritrovo nell’aeroporto con un cartello di identificazione. Trasferimento all’hotel. Pernottamento.

03 febbraio 2017: Escursione al Ghiacciaio Perito Moreno Servizio privato con Guida parlante in italiano – Giornata intera (8 ore 160 Km)
Partenza dall’hotel con destinazione il Ghiacciaio Perito Moreno, situato nel Parco Nazionale Los Glaciares a 80 km dalla città di El Calafate. Da subito il viaggio riserva delle belle sorprese. Uscendo dalla città, sul lato destro del cammino, si può osservare il Lago Argentino con la Bahia Redonda, che presenta una grande varietà di specie di uccelli. Durante i primi 50 km, il tragitto si svolge attraverso la steppa patagonica. Quando si entra nel Parco Nazionale si percepisce invece un cambio drastico nella vegetazione che si arricchisce con specie tipiche del bosco andino-patagonico: specialmente faggi, lengas e ciliegi, tra i tanti. Il ghiacciaio è un impressionante fiume di ghiaccio con una superficie di 257 km quadrati, una lunghezza di trenta km ed un fronte di quattro km. L’altezza della parete frontale varia tra i 50 ed i 60 metri sul livello del lago. Nella parte centrale del ghiacciaio, il ghiaccio ha una profondità tra i 250 ed i 300 metri. Questo fiume congelato scende dal campo del ghiaccio continentale e provoca, durante il suo lento avanzare, distacchi e spaccature che fanno del ghiacciaio una meraviglia in continuo movimento. Si tratta di uno spettacolo che impressiona non soltanto per la sua bellezza visiva, ma anche per i costanti rumori che si sentono dal suo interno, che gli è valso la nomina di Patrimonio dell’Umanità. Durante l’escursione, una camminata lungo le passerelle situate di fronte al ghiacciaio, permette di ammirare questa imponente meraviglia della natura da diverse prospettive. Conclusa la visita, s’intraprende la via del ritorno a El Calafate per arrivare infine in hotel.
Ingresso Incluso

04 febbraio 2017: Giornata a disposizione per escursioni facoltative ci si ritrova per la CENA inclusa. Giornata a disposizione per escursioni facoltative ci si ritrova per la CENA inclusa.
05 febbraio 2017: Trasferimento Hotel – Aeroporto (22 km) Servizio privato con Guida parlante in italiano
Trasferimento dall’hotel fino all’aeroporto. La guida vi accompagnerà fino alla zona della vostra compagnia.

La città di Puerto Iguazú si trova nella regione nordest dell’Argentina, a 1.200 km dalla città di Buenos Aires. La sua latitudine è 25º Sud, mentre la sua longitudine è 54º Ovest. Possiede 40 mila abitanti e confina con Paraguay e Brasile. Con quest’ultimo condivide una delle attrattive naturali più importanti del mondo: le Cascate di Iguazù, che furono dichiarate Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO e sono considerate una delle Sette Meraviglie Naturali del Mondo dal 2012. Le cascate si trovano all’interno del Parco Nazionale Iguazú, caratterizzato dalla sua variegata vegetazione e fauna del clima subtropicale, dove le alte temperature e l’umidità dell’ambiente si fanno sentire. Si può anche visitare il punto delle Triplice Frontiera, dove l’Argentina confina con il Brasile ed il Paraguay. I negozi si trovano aperti dalle 9 alle 21 ed i ristoranti generalmente tra le 12 e le 15 di giorno e dalle 19 alle 22 la sera. Ci sono banche, sportelli automatici e case di cambio. Si possono usare dollari ma vi consigliamo di portare pesos per il tipo di cambio che applicano i negozi e per il pagamento delle entrate al Parco Nazionale Argentino, nel caso dobbiate pagarlo. Iguazú si collega via aerea con Buenos Aires, Salta, Rosario e Mendoza.

IL CLIMA DEL LUOGO E COSA PORTARE IN VALIGIA Nei mesi estivi la temperatura media è di 30ºC. È una destinazione per la quale, al momento di fare le valigie, bisogna considerare di portare abiti leggeri come camicette, magliette, shorts, scarpe comode per lunghe camminate nei sentieri del parco nazionale e costume da bagno. È consigliabile portare protettore solare, repellente per insetti, berretto e occhiali da sole.

05 febbraio 2017: Trasferimento Aeroporto Iguazú / Hotel – ( 25 Km) Servizio privato con Guida parlante in italiano
Ricevimento ed assistenza da parte della guida in un punto di ritrovo nell’Aeroporto Internazionale di Iguazú con un cartello di identificazione. Trasferimento all’hotel. Pernottamento.

06 febbraio 2017: Escursione alle Cascate Argentine Servizio privato con Guida parlante in italiano – Giornata intera (6ore)
Partenza dall’hotel per visitare il lato argentino delle Cascate di Iguazú, situate dentro il Parco Nazionale Iguazú. Con un’estensione di 67.000 ettari questo parco è stato dichiarato Patrimonio Natural de la Humanidad dall’UNESCO. Le Cascate posseggono 275 salti d’acqua e cadono da un’altezza media di settanta metri. Il punto di partenza è la “Estación Central”, da dove si può scegliere di prendere un servizio di treni che porta all’“Estación Cataratas” o all’”Estación Garganta del Diablo”. Da questi punti è possibile fare due diverse passeggiate: Il paseo superior è un percorso di 800 metri sulle passerelle, sopraelevate sulla superficie del terreno per non interrompere o disturbare il passaggio della fauna. In questo circuito si osservano le cadute d’acqua dalla parte superiore dei salti Dos Hermanas, Bosetti, Bernabé Méndez, M´Bigua, ed altri. Ha una durata di un’ora e con un livello di difficoltà basso, senza scalinate. Il paseo inferior consiste in una camminata di 1.600 metri sulle passerelle, sopraelevate sulla superficie del terreno, con la vista dei salti Dos Hermanas, Alvar Nuñez, San Martín, Bosetti e Peñón de la Bella Vista. Si può inoltre avere una vista panoramica della Garganta del Diablo e del Cañón del Río Iguazú Inferior. Ha una durata di due ore, ed un livello di difficoltà medio, con scalinate. Da questo circuito si può fare anche una visita all’Isla San Martin (in servizio privato) e l’imbarco per fare l’escursione “La Gran Aventura”. Questa è opzionale. Il paseo Garganta del Diablo parte dall’“Estación Garganta del Diablo” per camminare sulle passerelle lunghe 1.200 metri e che permettono al visitatore di ammirare la vista del salto più importante delle Cascate. La passeggiata ha una durata di due ore, ed un livello di difficoltà basso, senza scalinate. Il ritorno si effettua in treno fino al Centro de Visitantes. Finita l’escursione si ritorna in hotel. Il pranzo non è compreso nella visita.

07 febbraio 2017: Escursione alle Cascate Brasiliane Servizio privato con Guida parlante in italiano – Mezza giornata (3 ore)
Partenza dall’hotel ed attraversamento del Puente Tancredo Neves e Juan D. Perón che unisce la città argentina di Puerto Iguazu con la città brasiliana di Foz de Iguazú. Il percorso continua verso il Parco Nazionale do Iguaçu, una delle riserve naturali più grandi del Brasile, fino ad arrivare al centro di ritrovo dei visitatori. Qui si sale sugli autobus che effettuano la passeggiata dentro il parco e che conducono fino all’inizio delle passerelle disposte sul corso del Rio Iguazu. Questo sentiero si sviluppa lungo quasi un chilometro. Durante la camminata è possibile osservare l’Isla San Martin ed alcuni importanti salti: il Bossetti, il San Martín ed il Tres Mosqueteros. Verso la fine del percorso si arriva al belvedere, da dove si può ammirare una vista unica della Garganta del Diablo, che da questo punto dista solo 150 metri di distanza. Questo meraviglioso scenario diventa ancora più spettacolare grazie alla presenza permanente di arcobaleni. Il percorso finisce vicino al Salto Floriano, dove c’è un piccolo negozio ed un accesso all’ascensore panoramico, che si può prendere opzionalmente. Alla fine dell’escursione, una lunga scalinata porta verso il luogo da dove s’intraprende la via del ritorno in hotel. Le partenze giornaliere si effettuano preferibilmente durante la mattinata per la posizione del sole sulle cascate.
Trasferimento Hotel / Aeroporto Foz Iguazú (30 Km) Servizio privato con Guida parlante in italiano.
Trasferimento dall’hotel all’Aeroporto de Foz Iguazú. La guida vi accompagnerà fino alla zona della vostra
compagnia.

08 febbraio 2017: Arrivo in Italia a Milano Malpensa. Fine dei servizi.

Quota di partecipazione in camera doppia: 3685,00 (min 10 partecipanti)

Supplemento singola : 850,00

La quota include: voli internazionali e interni in classe economica, tasse aeroportuali(da riconfermare), pernottamenti e pasti come descritto, tour guidato come da programma, assicurazione base medico/bagaglio, Accompagnatore dall’Italia.
La quota non include: assicurazione facoltativa annullamento +3%

Servizi inclusi:
Soggiorno con tasse incluse.
Prima colazione in Hotel (nel caso si richieda una colazione al di fuori dell’orario stabilito dall’Hotel, questa comporterà un extra a carico del passeggero).
Pasti inclusi 6 cene (Menu fisso: Antipasti, Piatto Principale e Dolce)
Servizi di trasporto privato / regolare a seconda di ciò che è specificato nell’itinerario.
Guida locale parlante in Italiano.
Mance per facchini incluse (Per gruppi formati da minimo10 passeggeri). Si considera una valigia di medie dimensioni e un bagaglio a mano per persona.
Entrate ed ingressi inclusi.

Lista dei Servizi Facoltativi:
Cena e Spettacolo di Tango nella Esquina Carlos Gardel = euro 95 per persona
Servizio collettivo con trasferimento Solo autista – Partenza dall’hotel 20.00 a 20.30 ore.
Partenza dall’hotel verso la Zona Sud della città, dove si concentrano la maggior parte delle “tanguerías”. Il Tango è per eccellenza la musica di Buenos Aires. Le sue origini risalgono al 1880. Il suo luogo di nascita fu negli “arrabales”, abitati da immigrati italiani e spagnoli, neri e gauchos. Da questo incrocio di popolazioni nacquero i “compadritos”, che nelle loro composizioni, nelle parole e nella danza hanno rispecchiato il duello dei “cuchilleros”, caratteristico del loro ambiente sociale. Il Tango nacque come una mescolanza di ritmi cubani, spagnoli, un po’ di polka e, come dicono alcuni, anche un po’ di musica africana. Le sue parole, dificili da comprendere e impossibili da tradurre, sono profondamente poetiche. Ognuna di loro ha qualcosa da raccontare sulla città, sulla sua storia e sulla sua gente. Nonostante le sue origini umili, negli anni venti il tango abbandonò i bordelli ed i bassifondi per entrare nei saloni delle classi alte. Il quartiere di Abasto è stato testimone della nascita artistica di un idolo indiscusso: Carlos Gardel, il “Morocho de Abasto”, icona indiscussa del Tango tanto in Argentina come nel mondo. In un’angolo della strada che oggi porta il suo nome, e dove si trova una sua statua, esisteva un ristorante chiamato “El chanta quatro”, dove si riunivano i pittoreschi personaggi del Mercato di Abasto. Questo luogo, nel quale Carlitos era solito ritrovarsi con i suoi amici, aprì le sue porte nel 1893. Oggi, più di cent’anni dopo, la storia si ripete e nello stesso edificio si riapre questo insuperabile ristorante tematico, conosciuto come “Esquina de Carlos Gardel”, dove il tango continua a vivere come allora. Nella “Esquina de Carlos Gardel” si può apprezzare un’eccellente cucina, un ambiente di stile art noveau, che ricrea fedelmente i più sofisticati e lussuosi saloni dell’epoca, attrezzature tecniche di ultima generazione, un’offerta artistica di altissimo livello e un’atmosfera unica ideale per una notte indimenticabile. Verso mezzanotte rientro in hotel.

Escursione al Tigre e Delta del Parana con barca regolare Servizio privato con Guida parlante in italiano – Mezza giornata(4 ore. 70 Km.) = euro 55 per persona
Partenza dall’hotel verso il nord della città per percorrere i quartieri residenziali e passare davanti alla Quinta Presidencial de Olivos, residenza ufficiale del Presidente della Nazione Argentina, situata fuori dalla città di Buenos Aires. La seguente destinazione è San Isidro, un’elegante zona residenziale, la cui visita inizia con la sua cattedrale, in stile neogotico, che costituisce il centro storico della città. Intorno si possono ammirare le sue belle case coloniali e in stile italiano, le sue strade lastricate e la sua antica piazza, popolata da vecchi alberi. Il percorso continua verso il Tigre, un incantevole quartiere situato nella foce del Delta del Rio Parana. La zona fu colonizzata per la prima volta nel 1580, ma non fu prima della fine del XIX secolo che questa diventò il luogo di riposo preferito dalla societa porteña. Un’escursione in barca per il Delta permette di ammirare le antiche ville che contrastano con le attuali palafitte in legno. Si possono anche vedere alcuni yacht club e circoli di canottaggio, e conoscere tutte le caratteristiche di una popolazione che vive in stretto contatto con il fiume. Il Delta è formato da tanti piccoli isolotti coperti da un’esuberante vegetazione subtropicale ed è attraversato da canali e ruscelli che formano un ambiente ideale per prendersi un riposo a stretto contatto con la natura e l’aria pulita. Conclusa la passeggiata si intraprende la via del ritorno all’hotel.

Safari Nautico-Navigazione opzionale escursione Perito Moreno Servizio collettivo con Guida inglese / spagnolo – (1 ora) – dalle 10.15 fino alle 15:30 = euro 30 per persona
Quest’escursione offre la possibilità di osservare da una prospettiva totalmente diversa le impressionanti pareti sul lato sud del Ghiacciaio Perito Moreno ed i continui distacchi di ghiaccio sulle acque del braccio Rico. L’imbarco avviene nel porto situato nella Bahia Bajo de las Sombras, a circa sei km dal belvedere del ghiacciaio. Arrivando fino all’ estremità sud del braccio Rico la barca si ferma a circa 300 metri dalla parete del ghiacciaio, e permette di percorrerla lungo tutta la sua estensione e di osservare i distacchi di ghiaccio che si producono sull’ acqua.

scarica-pdfscarica volantino

Share this: